Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Sito della Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona - In Evidenza

Intestazione

Contenuto

Movimprese 2018 - sistema delle imprese dei territori di Imperia, La Spezia e Savona

Nonostante le difficoltà dell’anno appena concluso, il sistema delle imprese tiene: il bilancio dei territori di competenza della Camera di Commercio Riviere di Liguria – Imperia La Spezia Savona si presenta a fine anno in sostanziale stabilità, contando  65.924 sedi di impresa attive.

L’andamento provinciale evidenzia però dinamiche differenti fra i tre territori. Mentre Imperia e La Spezia presentano un tasso di crescita, a Savona il risultato è peggiore.

A fine 2018 le sedi di impresa attive in provincia di Savona sono infatti 26.397, 211 in meno rispetto alla consistenza di un anno prima (-0,8%). Il bilancio è peggiore di quello dell’anno 2017, quando il calo era risultato pari a -0,1% (meno 30 imprese).

A livello aggregato, agricoltura, industria e commercio mostrano tutti segnali di arretramento: l’agricoltura segna un meno 76 imprese, l’industria manifatturiera perde una quarantina di imprese, ma particolarmente colpite risultano le costruzioni, con un calo di 110 imprese. Per quanto riguarda il settore terziario, il commercio presenta un calo di 74 imprese. Al contrario mentre i servizi complessivamente intesi risultano in aumento. Nel dettaglio, la crescita in valori assoluti maggiori si rileva per le attività immobiliari (più 28 sedi di impresa), per le attività di servizi personali, come parrucchieri ed istituti di estetica (più 23 sedi di impresa) e per le attività di alloggio e di ristorazione (più 22).

 

Per quanto riguarda Imperia, a fine 2018 le sedi di impresa attive sono 22.044, 75 in più rispetto a dodici mesi prima (+0,3%); si tratta di un risultato migliore dell’anno 2017, quando si verificò una sostanziale stabilità.

Anche qui, agricoltura, industria e commercio mostrano tutti segnali negativi: rispettivamente l’agricoltura segna un meno 18 imprese, l’industria manifatturiera un meno 25 imprese e il commercio meno 39 imprese. Crescono invece di 46 unità sia le costruzioni che le attività dei servizi di alloggio e di ristorazione. Tra i servizi in aumento si segnalano le attività di noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (+33).

 

Risultati decisamente più brillanti per La Spezia, che a fine 2018 presenta 138 sedi attive di impresa in più rispetto al 2017, salendo quindi a quota 17.483 (+0.8%). Il trend risulta positivo anche dal confronto con l’anno precedente, quando la variazione risultò pari a + 0,4% (più 77 sedi di impresa).

 Si segnala innanzitutto l’espansione delle attività dei servizi di alloggio e di ristorazione (più 101 sedi di impresa) e delle attività immobiliari (più 27).  Spicca ancora l’aumento delle imprese attive nel settore agricolo (più 25), mentre le costruzioni perdono 32 imprese, il commercio ne perde 16 e l’industria manifatturiera una decina.

Per visualizzare i dati, accedere alla pagina Congiuntura on line del sito camerale

 

pubblicata il: 31.01.2019

Condividi questa pagina: