Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Sito della Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona - In Evidenza

Intestazione

Contenuto

Bandi Simest, riapertura grazie al PNRR - risorse per l'internazionalizzazione delle imprese

Dal 28 ottobre 2021 alle ore 9:30 sarà possibile presentare presso Simest spa nuove domande di finanziamento agevolato del Fondo 394/81 e relativo finanziamento a fondo perduto a valere sulle risorse provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) (pre-apertura dal 21ottobre per agevolare le operazioni di caricamento delle domande)

Le domande di finanziamento possono essere presentate a partire dalle ore 9:30 del 28 ottobre 2021 ed entro le ore 18:00 del 3 dicembre 2021, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.(pre-apertura dal 21ottobre per caricamento delle domande)

Le domande, firmate digitalmente, devono essere presentate attraverso l’area riservata del Portale Simest.link esterno

per tutti i dettagli consultare il sito di SIMEST https://www.simest.it/finanziamenti-pnrr/transizione-digitale-ed-ecologica-delle-pmi-con-vocazione-internazionale link esterno

DA CONSULTARE FILE SCHEDA DI APPROFONDIMENTO  CURA DI REGIONE LIGURIA file pdf 864 kbInformativa a cura di Regione Liguria – Settore Sviluppo Strategico del Tessuto Produttivo e dell’Economia Ligure 11 Ottobre 2021 Fondo 394 a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese (gestito da SIMEST – Gruppo CDP)
Nuove opportunità per le PMI messe a disposizione dall’Unione Europea a valere sulle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) – NextGenerationEU

Il nuovo Fondo 394

Il fondo – gestito da Simest – ha l’obiettivo di favorire la transizione digitale ed ecologica delle PMI a vocazione internazionale attraverso una dotazione finanziaria di € 1,2 MLD che saranno veicolate

attraverso 3 nuovi finanziamenti:

- Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione industriale

- Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri

- Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali

Lo strumento prevede un finanziamento a tasso agevolato (attualmente pari allo 0,055% annuo) unito a un contributo a fondo perduto pari al 25%

Le domande potranno essere presentate a SIMEST a decorrere dalle 09:30 del 28 ottobre 2021 ed entro le 18:00 del 03 dicembre 2021 salvo eventuale chiusura anticipata per esaurimento delle risorse, sarà possibile pre-caricare il modulo di domanda a partire dal 21 ottobre.

Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione industriale

•   Potenziali beneficiari: PMI con sede legale in Italia costituite in forma di società di capitali da almeno due esercizi, con un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio,

•   Importo concedibile: l’importo massimo del finanziamento è è pari al minore fra € 300.000 e il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati. L’investimento dovrà essere destinato per una quota almeno pari al 50% a spese per la realizzazione dell’obiettivo della “transizione digitale” (c.d. tagging digitale), sostenendo per la restante quota investimenti per la sostenibilità e l’internazionalizzazione. L’impresa richiedente può ottenere un contributo a fondo perduto pari al 25% del finanziamento

•   Spese ammissibili e finanziabili:

Ø Spese  per  la  Transizione  Digitale  che  dovranno  rappresentare  almeno  il  50%  delle  Spese  Ammissibili finanziate:  integrazione  e  sviluppo  digitale  dei  processi  aziendali  -  realizzazione/ammodernamento  di modelli organizzativi e gestionali in ottica digitale - investimenti in attrezzature tecnologiche, programmi informatici e contenuti digitali - consulenze in ambito digitale (i.e. digital manager) - disaster recovery e business continuity - blockchain - spese per investimenti e formazione legate all’industria 4.0

Ø Spese per la sostenibilità e l’internazionalizzazione che dovranno rappresentare non più del 50% delle Spese Ammissibili finanziate: spese per investimenti per la sostenibilità in Italia (es. efficientamento energetico, idrico, mitigazione impatti climatici, ecc.) - spese per internazionalizzazione (es. investimenti per singole strutture commerciali  in  paesi esteri, consulenze  per  l’internazionalizzazione,  spese  promozionali  e  per eventi internazionali in Italia e all’estero ecc.) -  spese per valutazioni/certificazioni ambientali inerenti il finanziamento, ivi incluso le eventuali spese per le verifiche di conformità agli Orientamenti tecnici della Commissione Europea (2021/ C 58/01) sull’applicazione del principio “non arrecare un danno significativo” (“Do no significant harm – DNSH) ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento (UE) 2020/852

Di seguito l’indirizzo della pagina dedicata alla Transizione digitale nel sito Simest

https://www.simest.it/finanziamenti-pnrr/transizione-digitale-ed-ecologica-delle-pmi-con-vocazione-internazionale (link esterno)

Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri

•   Potenziali beneficiari: PMI con sede legale in Italia costituite in forma di società di capitali da almeno due esercizi, con fatturato derivante almeno per il 50% dalla produzione di beni e servizi in Italia, anche se con marchio di proprietà estera, oppure commercializzare per almeno il 50% prodotti con marchio italiano anche se prodotti all’estero

•   Importo concedibile: l’importo del finanziamento parte da un minimo di 10 mila euro fino a un massimo di 300 mila per una piattaforma propria e fino a un massimo di 200 mila per market place, senza comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. L’impresa richiedente può ottenere un contributo a fondo perduto pari al 25% del finanziamento

•   Spese ammissibili e finanziabili:

Ø Creazione e sviluppo di una Piattaforma propria oppure dell’utilizzo di un market place: creazione, acquisizione e configurazione della piattaforma - componenti hardware e software - estensioni componenti software per ampliare le funzionalità (es. software per la gestione degli ordini, circuiti di pagamento, servizi cloud, integrazioni con ERP, CRM, AI e realtà aumentata) - creazione e configurazione app - spese di avvio dell’utilizzo di un market place

Ø Investimenti per la Piattaforma propria oppure per il market place: spese di hosting del dominio della piattaforma - fee per utilizzo della piattaforma oppure di un market place - spese per investimenti in sicurezza dei dati e della piattaforma - aggiunta di contenuti e soluzioni grafiche - spese per lo sviluppo del monitoraggio accessi alla piattaforma analisi e tracciamento dati di navigazione  - consulenze finalizzate allo sviluppo e/o alla modifica della piattaforma - registrazione, omologazione e tutela del marchio - spese per certificazioni internazionali di prodotto.

Ø Spese promozionali e formazione relative al progetto: spese per l’indicizzazione della piattaforma oppure del market place   - spese per web marketing - spese per comunicazione - formazione del personale interno adibito alla gestione/funzionamento della piattaforma

 

Di seguito l’indirizzo della pagina dedicata all’E-Commerce nel sito Simest

https://www.simest.ifinanziamenti-pnrr/sviluppo-del-commercio-elettronico-delle-pmi-in-paesi-esteri-(e-commerce) (link esterno)

 

Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali

•  Potenziali  beneficiari:  PMI  con  sede  legale  in  Italia  con  fatturato  derivante  almeno  per  il  50%  dalla produzione di beni e servizi in Italia, anche se con marchio di proprietà estera, oppure commercializzare per almeno il 50% prodotti con marchio italiano anche se prodotti all’estero

•  Importo concedibile: L’importo massimo del finanziamento è pari a 150mila euro e non può comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati; almeno il 30% del finanziamento deve essere destinato a spese digitali connesse all’evento, a meno che l’evento stesso non sia a tema digital o ecologico. L’impresa richiedente può ottenere un contributo a fondo perduto pari al 25% del finanziamento

•  Spese ammissibili e finanziabili:

Ø Spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra che dovranno rappresentare almeno il 30% delle Spese Ammissibili finanziate: fee di iscrizione alla manifestazione virtuale compresi i costi per l’elaborazione del contenuto virtuale (es. stand virtuali, presentazione dell’azienda, cataloghi virtuali, eventi live streaming, webinar) - spese per integrazione e sviluppo digitale di piattaforme CRM - spese di web design - spese consulenziali in ambito digitale - spese per digital marketing (es. banner video, banner sul sito ufficiale della fiera/mostra, newsletter, social network) - servizi di traduzione ed interpretariato online;

Ø Altre spese che dovranno rappresentare non più del 70% delle Spese Ammissibili finanziate: Spese per area espositiva - Spese logistiche - Spese promozionali - Spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra

Di seguito l’indirizzo della pagina dedicata alla Partecipazione a fiere e mostre internazionali nel sito Simest https://www.simest.it/finanziamenti-pnrr/partecipazione-delle-pmi-a-fiere-e-mostre-internazionali-anche-in-italia-e-missioni-di-sistema (link esterno)

Per ulteriori approfondimenti si può visitare il sito dedicato allo strumento:

https://www.simest.it/finanziamenti-pnrr/finanziamenti-agevolati-pnrr-nextgenerationeu (link esterno)

Contatti

Dott. Carlo De Simone - Responsabile Indirect Channels

Tel.  06 68635 826

Mail: c.desimone@simest.it

 

Numero verde per le aziende: 800.020.030

 

pubblicata il: 11.10.2021

Condividi questa pagina: