Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Sito della Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona - L.R. 3/08 Incentivi regionali per le piccole imprese commerciali

Intestazione

Contenuto

L.R. 3/08 Incentivi regionali per le piccole imprese commerciali

100 euro

BANDO 2013

I termini originari per la presentazione della domanda (dal 15 aprile e fino al 15 ottobre 2013 incluso) sono stati modificati dalla Giunta regionale (dgr n. 466 del 3/5/2013) a causa dell’elevatissimo numero di domande pervenute. Pertanto la chiusura del Bando è stata anticipata al 15 maggio 2013 incluso.


Beneficiari
Piccole imprese commerciali che svolgono:
- attività di vendita al dettaglio effettuata in esercizi di vicinato;
- attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande esclusa quella a carattere temporaneo;
- attività di vendita di merci al dettaglio e di somministrazione di alimenti e bevande effettuate sulle aree pubbliche;
- attività di rivendita di generi di monopolio;
- attività di rivendita di stampa quotidiana e periodica effettuata in punti vendita esclusivi;

- vendita al dettaglio in esercizi commerciali diversi dagli esercizi di vicinato con superficie netta di vendita non superiore ai 250 mq. 


L'impresa commerciale deve essere iscritta al Registro Imprese e l'attività deve essere iniziata almeno un anno prima della presentazione della domanda.

Interventi ammissibili

-Esecuzione di interventi di carattere edilizio comprese le spese di progettazione, direzione lavori, oneri concessori e collaudi di legge, fino al 5% dell'importo di tali interventi
- acquisto e installazione di impianti, arredi, attrezzature, 
- acquisto e installazione di software e relative licenze d'uso,

- tecnologie innovative a supporto e nell'ambito della distributzione tradizionale (siti internet ad esclusivo carattere conoscitivo/pubblicitario, etc).

 
Per le imprese che esercitano attività di vendita al dettaglio e/o somministrazione al pubblico di alimenti e bevande su areae pubbliche: acquisto di automezzi attrezzati esclusivamente a negozio; interventi di carattere edilizio sulle strutture dei posteggi di vendita; inteventi di ristrutturazione degli impianti elettrotermoidraulici; acquisto ed installazione degli arredi e delle attrezzature di conservazione, esposizione e commercializzazione della merce.

Gli interventi ammessi al contributo devono essere realizzati in rapporto di relazione necessaria all'attività di impresa. Sono ammissibili le spese, anche già sostenute, per investimenti effettuati sulle unità locali a far data dal 1° gennaio 2010.

I pagamenti delle spese possono essere effettuati solo con bonifico, RI.BA, assegno, RID e carta di credito aziendale. 

Tipologia delle agevolazioni 
Concessione di contributi in conto interessi su finanziamenti con banche convenzionate o contributi in conto capitale.

L'investimento minimo deve essere pari a 20.000 euro al netto di Iva (15.000 euro per i soli esercenti di attività di commercio o somministrazione alimenti e bevande su area pubblica). L'investimento massimo ammissibile a contributo è pari ad 250.000 euro.

Contributo in conto interessi. L'importo del finanziamento bancario ai fini del calcolo del contributo in conto interessi, non deve superare il 70% dell'investimento previsto.

Il contributo in conto interesse è determinato nella misura dell'80% del tasso di riferimento comunitario, elevata del:
- 10% per imprese qualificate come Botteghe Storiche
- 15% per le imprese costituite da donne (Legge 215/92) e da giovani fino ai trent'anni
- 20% per le imprese che, alla data di spedizione della domanda di contribuzione siano partecipi, rispettivamente, ai Consorzi previsti dall'articolo 11 comma 1 e dall'articolo 13 commi 1 e 4 della lr n.3 dell'11 marzo 2008, per le imprese ubicate nei Comuni non costieri con popolazione residente non superiore ai 1.500 abitanti e per le imprese ubicate nelle aree interessate dai progetti integrati di sviluppo urbano di cui al programma comunitario competitività ed occupazione 2007-2013 (link esterno). 

Contributo a fondo perduto pari al 30% dell'investimento ammissibile. Per i comuni non costieri con popolazione residente non superiore a 1.500 abitanti la misura è elevata al 35% dell'investimento ammissibile.

E' possibile chiedere una o l'altra formula di agevolazione.

Entrambi i contributi vengono concessi nel regime de minimis

Termini per la presentazione delle domande

BANDO CHIUSO

Documentazione scaricabile on line dal sito di FILSE SPA (link esterno)

Pagina aggiornata al: 17.10.2013

Ti è stata utile questa pagina?

Condividi questa pagina:

Contatto di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:
Promozione del territorio - Savona

Sede Savona

  • Tel 019/83141
  • Fax
  • E-mail      

Note
Contattare centralino per uffici interni

Promozione del territorio - Imperia

Sede Imperia

  • Tel 0183/7931
  • Fax
  • E-mail   

Note
Contattare centralino per uffici interni

Promozione del territorio - La Spezia

Sede La Spezia

  • Tel 0187/7281
  • Fax
  • E-mail      

Note
Contattare centralino per uffici interni