Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Sito della Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona - Agente d'affari in mediazione

Intestazione

Contenuto

Agente d'affari in mediazione

Normativa di riferimento 

L. 3/2/1989, n. 39 - D.M. 21/12/1990, n. 452 - D.Lgs. 25/3/2010, n. 59, art. 73, Decreto Ministro dello Sviluppo Economico 26/10/2011

Le persone fisiche e le società che intendano svolgere l'attività di mediazione, disciplinata dagli artt. 1754 e seguenti del codice civile, devono essere in possesso dei requisiti morali e professionali previsti dalla L. 39/1989 e successive modificazioni.

L'avvio dell'attività è subordinato a segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) di cui all'art. 19 della legge 241/1990, contenente dichiarazione di possesso dei requisiti morali e professionali. Conseguentemente, la data di inizio attività deve coincidere con la data di presentazione della SCIA al Registro delle Imprese.

I requisiti devono essere posseduti dal titolare nel caso di imprese individuali e da tutti i legali rappresentanti nel caso di società.

L'attività può essere svolta nelle seguenti forme:

  • agenti immobiliari e agenti con mandato a titolo oneroso che svolgono l'attività di mediazione per la conclusione di affari relativi ad immobili ed aziende;
  • agenti merceologici, che svolgono attività di mediazione per la conclusione di affari concernenti merci, derrate e bestiame;
  • agenti in servizi vari (è relativa ad operazioni, non altrimenti precisate, nel campo dei servizi).
I requisiti previsti dalla legge n. 39/1989 sono:
  • avere conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado, avere frequentato un corso di formazione organizzato daglo organismi autorizzati dalla Regione Liguria ed avere superato un esame diretto ad accertare l'attitudine e la capacità professionale dell'aspirante in relazione al ramo di mediazione prescelto;

Requisiti morali:

  • salvo che non sia intervenuta la riabilitazione, non essere stati sottoposti a misure di prevenzione, divenute definitive, a norma delle leggi 27 dicembre 1956, n. 1423; 10 febbraio 1962, n. 57, 31 maggio 1965, n. 575; 13 settembre 1982, n. 646; non essere incorsi in reati puniti con la reclusione ai sensi dell'articolo 116 del regio decreto 21 dicembre 1933, n. 1736, e successive modificazioni; non essere interdetti o inabilitati, falliti, condannati per delitti contro la pubblica amministrazione (artt. da 314 a 360 c.p.), l'amministrazione della giustizia (artt. da 361 a 393 c.p.), la fede pubblica (artt. da 453 a 498 c.p.), la economia pubblica, l'industria ed il commercio (artt. da 499 a 518 c.p.), ovvero per delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione, emissione di assegni a vuoto e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni.

Per l'esercizio della professione di mediatore deve essere prestata idonea garanzia assicurativa a copertura dei rischi professionali ed a tutela dei clienti.

L'esercizio dell'attività di mediazione è incompatibile con l'esercizio di attività imprenditoriali di produzione, vendita, rappresentanza o promozione dei beni afferenti al medesimo settore merceologico per il quale si esercita l'attività di mediazione, nonché con l'attività svolta in qualità di dipendente di ente pubblico o privato, o di dipendente di istituto bancario, finanziario o assicurativo ad esclusione delle imprese di mediazione, o con l'esercizio di professioni intellettuali afferenti al medesimo settore merceologico per cui si esercita l'attività di mediazione e comunque in situazioni di conflitto di interessi (art. 2, comma 1, L. 3 maggio 2019, n. 37).

Presso ogni sede o unità locale in cui si svolge l'attività, l'impresa deve nominare almeno un soggetto, in possesso dei requisiti di idoneità che, a qualsiasi titolo, eserciti l'attività per conto dell'impresa.

DEPOSITO MODULI E FORMULARI AGENTI IMMOBILIARI

I moduli e formulari devono contenere l'indicazione del numero REA ed il codice fiscale dell'impresa e, ai sensi dell'art. 6 del D.M. 26.10.2011, devono essere depositati telematicamente prima della loro messa in uso.

MODULISTICA

L'attività è soggetta alla segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), definita con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 ottobre 2011.
La predisposizione e compilazione del suddetto modulo sono integrate in Comunica/Starweb (non è utilizzabile il software Fedra).


Persone fisiche inattive: iscrizione nell'apposita sezione del REA

Al fine del mantentimento dei requisiti il D.M. 26/10/2011 i soggetti che cessano di svolgere l’attività all’interno di un’impresa devono chiedere, entro novanta giorni a pena di decadenza, di essere iscritti nella apposita sezione del REA tramite la compilazione e presentazione per via telematica della sezione “iscrizione nell’apposita sezione (a regime)” del modello “mediatori”. I soggetti iscritti nell’apposita sezione del REA richiedono la cancellazione dalla medesima, in caso di svolgimento dell’attività, compilando la sezione “requisiti” del modello “mediatori”, ovvero il modello intercalare “requisiti”.

L'iscrizione come persona fisica inattiva è soggetta al pagamento di € 18,00 per diritti di segreteria e al pagamento del diritto annuale; è esente dal pagamento dell'imposta di bollo.

L'avere sostenuto l'esame indetto ai sensi della L. 39/1989 ed essere in possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado, in presenza degli altri requisiti previsti dalla legge, costituisce requisito permanente per l'avvio dell'attività (salve eventuali future modifiche normative).


Per ulteriori informazioni: GUIDA AGENTI D'AFFARI IN MEDIAZIONE (formato file pdf - 310 kb)


 
RIAPERTURA TERMINI PER "AGGIORNAMENTO POSIZIONE"
 
L'art. 1, comma 1134, lett. b) della legge 30 dicembre 2018 n. 145 ha riaperto sino al 31 dicembre 2019 i termini per l'iscrizione e l'aggiornamento della propria posizione per i soggetti esercitanti l'attività di agente d'affari in mediazione di cui al decreto del M.S.E. 26 ottobre 2011.
 
Coloro che, attivi o inattivi alla data del 13 maggio 2012, fossere stati iscritti nel soppresso ruolo degli agenti e rappresentati di commercio e non avessero già a suo tempo (entro il 30 settembre 2013) aggiornato la propria posizione, potranno far valere la loro pregressa iscrizione quale requisito professionale per iscriversi al Registro delle imprese ai fini dell'immediato avvio dell'attività, ovvero per transitare nell'apposita sezione del REA, ai fini di mantenerlo valido per un eventuale futuro avvio o ripresa della stessa.
Pagina aggiornata al: 09.07.2019

Ti Ŕ stata utile questa pagina?

Condividi questa pagina:

Contatto di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:
Registro delle Imprese - Savona

Sede di Savona


Registro delle Imprese - Imperia

Sede di Imperia


Registro delle Imprese - La Spezia

Sede della Spezia